Come creare cesti in vimini

Come creare cesti in vimini

Gli uomini hanno da sempre creato cestini utilizzando i materiali messi a disposizione dalla natura, come i rametti.

Al giorno d’oggi costruire cesti è considerata un’arte a tutti gli effetti, oltre che una capacità molto utile.

Attenendosi ai vari suggerimenti che vi proponiamo, riuscirete da soli, con un po’ d’impegno a realizzare dei cestini in vimini, ottenendo un oggetto utile da poter usare a casa, ma anche un bel contenitore da esporre solo per bellezza estetica.

 

Cesti in vimini fai da te

 

La prima cosa da fare per costruire un cesto in vimini è sicuramente quella di procurarsi dei rametti, magari di salice.

Per lo scopo comunque possono essere usate anche le canne oltre ai rametti di vario tipo.

I rametti di salice sono da preferire perché quando si asciugano, diventano duri, consentendo in questo modo, di realizzare un cesto molto resistente.

Questi rametti potete procurarveli voi stessi, o comprarli già secchi, in negozi che vendono esclusivamente materiali per l’artigianato.

Per la costruzione del cesto dovrete procurarvi una buona quantità di rametti di diverse dimensioni, che andranno a formare le diverse parti del cesto.

cesti vimini ingrosso online

La maggior parte dei rametti dev’essere lunga e sottile,sono preferibili quelli lunghi proprio per evitare di perdere tempo mentre si lavora, continuando ad aggiungerne di continuo altri durante la fase del lavoro.

Se avete deciso di spezzare voi stessi i rametti, bisogna che li facciate asciugare prima di utilizzarli, addirittura i più esperti, suggeriscono di lasciarli all’aria aperta per molte settimane prima di poterli usare.

 

Procedimento per la realizzazione del cesto

 

Prima di iniziare a costruire un cesto per fiori in vimini, bisogna reidratare i rametti per far sì che si pieghino con facilità.

Metterli in acqua per due o tre giorni, fino a quando controllando, si nota che i rametti sono abbastanza flessibili.

In seguito, l’operazione da fare è quella di scegliere tra tutti i rametti a disposizione, quelli più spessi, che verranno utilizzati per costruire la base del cesto.

Consigliabile usare delle forbici da vigna per ottenere almeno otto rametti che siano della stessa misura.

Aprire un solco al centro di quattro dei rametti scelti.

Si inizia poggiando uno dei rametti sul tavolo da lavoro, e prendendo un coltello ben affilato, per aprire una fessura verticale con uno spessore di circa cinque centimetri.

Ripetere lo stesso movimento con gli altri tre rametti, così da averne a disposizione quattro che abbiano il solco centrale.

L’operazione che sta al centro della struttura del cesto è la croce.

Bisogna allineare quattro rametti in modo che risultino adiacenti.

Dopo aver fatto questo, inserire gli altri quattro rametti rimasti all’interno dei solchi creati, così che rimangano sullo stesso livello degli altri rametti.

Si procede con l’inserire due tessitori, cioè rametti lunghi e sottili che vengono intrecciati e che danno poi forma al cesto.

Proseguire con una doppia tessitura che permetta di rendere più stabile e forte la base.

Separare l’uno dall’altro i rametti che vanno a comporre i raggi del cestino e aggiungere solo quando si ritiene opportuno nuovi tessitori.

Procedere in questo modo fino alla completa realizzazione dell’oggetto.