Pavimenti in legno composito: una guida completa

Pavimenti in legno composito: una guida completa

Per chi ama la casa e la pratica del fai da te può essere molto utile questa guida relativa ai pavimenti in legno composito. Nella ristrutturazione di una casa infatti potrebbe essere un’ottima idea sostituire il pavimento che si ha e adottare questo tipo di pavimentazione. Ma ecco in dettaglio di cosa si tratta.

– Le caratteristiche dei pavimenti in legno composito.
Il pavimento in legno composito viene utilizzato molto spesso sopratutto quando si vuole fare molta attenzione ai temi ambientali. Infatti la produzione del legno composito non comporta il sacrificio di alberi, visto che viene prodotto con legno di scarto e con della plastica riciclata.

Oltre all’attenzione per l’ambiente, ci sono tanti altri vantaggi che possono spingere all’utilizzo di questa pavimentazione. In particolare non richiede una grande manutenzione, poi non subisce nessun tipo di scheggiatura o di fessure che possano compromettere la totale integrità del pavimento.

Il pavimento in legno composito resiste molto anche al passare del tempo, visto che può resistere anche ad attacchi molto violenti di muffa e tarli, inoltre il colore rimane sempre splendente, non subisce nessun tipo di scolorimento. I pavimenti in legno composito hanno altre caratteristiche molto delicate, che devono essere osservate attentamente prima di procedere nel loro acquisto.

– I pavimenti in legno composito: si consigliano per uso esterno.
Questi tipi di pavimentazioni sono consigliate sopratutto per uso esterno, perchè se stanno all’interno, con il troppo caldo e senza essere bagnati dall’acqua, possono rovinarsi e compromettersi in modo del tutto irrimediabile.

Quando si va a montare questi pavimenti basta seguire una diligenza ordinaria, visto che basta utilizzare i clip di cui sono dotati per avere un montaggio semplice e sicuro. Tuttavia se vengono montati all’esterno bisogna fare in modo che siano montati in pendenza, altrimenti l’acqua potrebbe ristagnare e quindi le doghe potrebbero rovinarsi e richiedere una costosa sostituzione.091-400x400

Per questo un consiglio molto utile è quello di lasciare almeno dieci centimetri tra una lama e l’altra, in questo modo anche se una lama dovesse subire un danno per colpa dell’acuqa e si andrebbe ad ingrossare, lo spazio lasciato eviterebbe che la lama vicina possa essere danneggiata. Molti sanno che i pavimenti in legno composito non richiedono una manutenzione maniacale, ma pochi sanno come provvedere in modo efficace. Ecco alcune dritte.

– Come svolgere la manutenzione per questo genere di pavimentazioni.
Per pulire in modo adeguato questi tipi di pavimentazioni basta dotarsi di acqua e sapone neutro. Può essere utile usare anche delle sostanze che formino una sorta di barriera che permetta di difendere il legno da eventuali macchie che possono aversi a seguito di cadute di bibite.

Infine il legno composito si può ritrovare in diversi colori, quindi può essere adatto a qualsiasi tipo di ambiente esterno. In particolare si può trovare nei colori bianco, marrone e color mattone. Il prezzo di solito si aggira sui 4 euro e 65 a mattonella e una mattonella si compone di quattro lame, naturalmente le caratteristiche della mattonella possono essere diverse e presentare variazioni in termini di lunghezza e larghezza delle lame da essa contenute.

Fonte: www.scarpaparquet.it