Copertura Fibra ottica e confronto prezzi

Copertura Fibra ottica e confronto prezzi

La fibra ottica: il suo utilizzo nelle telecomunicazioni

L’utilizzo della fibra ottica in campo industriale è nota fin dagli anni Settanta, ma solo negli ultimi tempi questa tecnologia è diventata conosciuta al grande pubblico, da quando, cioè, si è iniziato a utilizzarla per le telecomunicazioni. Le sue caratteristiche tecniche, infatti, la rendono perfetta per la trasmissione dati ad alta velocità per cui la fibra ottica ha trovato il suo massimo impiego nel campo delle connessioni internet.

Tutte le principali caratteristiche di una rete in fibra ottica, cioè velocità, segnale di elevata qualità, disturbi per cause esterne praticamente inesistenti eccetera, sono dovute alla struttura stessa della fibra.

Un filamento di fibra ottica, infatti, è un caratterizzato da due strati concentrici che permettono il rapido passaggio degli impulsi luminosi. I due strati sono differenti tra di loro, sia per indice di rifrazione sia per caratteristiche fisiche, proprio per migliorare la diffusione del segnale e per diminuirne la dispersione verso l’esterno. Va ricordato che anche se si parla di ‘fibra ottica’, in realtà ogni cavo è costituito da moltissimi filamenti, tenuti insieme da una guaina isolante.

Dove è presente la fibra ottica in Italia?

Nonostante l’importanza che questa tecnologia riveste nel panorama delle telecomunicazioni, in Italia non è ancora disponibile una copertura che garantisca il servizio a tutto il territorio. Anzi: ad oggi soltanto il 20% circa del territorio italiano può disporre della fibra ottica nelle due modalità FTTS ed FTTH. Si tratta di una percentuale molto bassa, lontana dagli standard europei che, invece, con un 64% di utenti in media dimostrano di sfruttare al meglio la rete veloce.

Tutti questi dati fanno riferimento alle connessioni fino a 30 Mega mentre ancora inferiori sono i valori relativi alla copertura della connessione a 100 Mega, disponibili sono in alcune zone delle principali città della penisola.

Tuttavia va evidenziato che, dopo una prima fase di avvio, lenta e traballante, i lavori relativi alla cablatura per la fibra ottica sono ripresi a buon ritmo, grazie soprattutto alla sempre maggiore concorrenza che le diverse aziende telefoniche effettuano tra di loro.

fibra ottica: il suo utilizzo
Fibra ottica e prezzi

Come si accennava precedentemente, la concorrenza tra le diverse compagnie telefoniche ha permesso la crescita della fibra ottica e, soprattutto, l’abbattimento dei prezzi per gli abbonamenti a questo servizio. Molte promozioni, solitamente valide per 12 mesi, offrono addirittura costi equivalenti ai prezzi dell’ADSL classico, per cui va da sé che, laddove possibile, gli utenti optano per la soluzione che offre maggiori possibilità.

I prezzi proposti dalle diverse compagnie telefoniche per la fibra ottica sono differenti tra loro non solo a seconda dei servizi proposti ma, naturalmente, anche a seconda della velocità di connessione.

Connessioni in download di 20 Mega, ad esempio, possono essere attivate con costi che variano tra i 19 e i 30 euro al mese (in promozione), mentre connessioni più veloci, di 30 Mega, arrivano a prezzi massimi di circa 35 euro al mese.

Più elevati i costi per chi voglia sottoscrivere un abbonamento in fibra ottica a 100 Mega, non tanto per quanto riguarda le promozioni iniziali, che si aggirano sempre sui 30-35 euro al mese, quanto sul prezzo da pagare allo scadere delle promozioni, che può arrivare a 60 euro al mese.